Nuovi prodotti
Standard Lifter
Standard Lifter
STANDARD LIFTER è un prodotto semilavorato per la realizzazione di componenti per l'estrazione di sottosquadra negli stampi ad iniezione.
STANDARD LIFTER, oltre ad essere lavorabile con sistemi tradizionali, è predisposto per essere fissato con sistemi di staffaggio rapido su piastre forate. Con questo sistema e grazie ad un'apposito distanziale di presa si rendono facilmente accessibili alla fresatura tutte le facce del pezzo.
L'utilizzo di STANDARD LIFTER, disponibile in un'ampia gamma di dimensioni, permette una riduzione dei tempi di progettazione e di lavorazione con un notevole risparmio nel processo di produzione, a cui vanno sommati i vantaggi dell'utilizzo di una soluzione standard.

> vai alla sezione
Sistema automatico di taglio materozza
Sistema automatico di taglio materozza
Il sistema automatico di taglio materozza è una soluzione semplice e funzionale che permette di separare il pezzo stampato dalla materozza durante l'apertura stampo eliminando qualsiasi operazione di ripresa.

Al contrario di quanto succede nell'iniezione sottomarina, con il sistema automatico di taglio materozza viene garantito un punto di iniezione laterale di dimensioni generose, tale da permettere di ridurre la pressione d'iniezione, di migliorare la compattazione e quindi la qualità del pezzo stampato.

> vai alla sezione
Sensore inserti
Sensore inserti
Il modulo sensore è un dispositivo sviluppato per rilevare la presenza di inserti in processi di sovrastampaggio ad iniezione.
Il dispositivo è caratterizzato dalla semplicità di applicazione e dalla possibilità di tarare la distanza di lettura dalla linea di divisione. Il modulo sensore è disponibile anche nella versione con magnete integrato.
Il modulo sensore può essere collegato al distributore logico LD - ...che invia un segnale di consenso alla pressa quando tutti i sensori collegati risultano accesi.

> vai alla sezione
Estrattore inserti
Estrattore inserti
L'estrattore inserti EI è un dispositivo meccanico che permette di montare e smontare facilmente dei tasselli anche quando lo stampo è montato sulla pressa. Un sistema a coppia conica aziona infatti una vite che realizza il fissaggio e l'estrazione del tassello. Il design robusto garantisce buona coppia di serraggio e longevità del meccanismo.

> vai alla sezione
Cilindro autobloccante
Cilindro autobloccante
Il cilindro autobloccante CA è stato progettato per garantire una tenuta meccanica alla spinta esercitata dalla plastica durante il processo di iniezione. Il design compatto permette di incassare completamente il cilindro riducendo l'ingombro totale dello stampo mentre l'orientamento dello stelo garantisce una più facile applicazione in caso di spine sagomate. Il cilindro può essere azionato ad aria senza perdita di capacità di bloccaggio.

> vai alla sezione
Espulsore sfogo gas SGDE
Espulsore sfogo gas SGDE
L'estrattore sfogo gas SGDE ingloba la tecnologia di sfogo gas dinamico che, grazie ad un semplice sistema meccanico, consente al gas di fuoriuscire da un'apertura che si chiude automaticamente grazie alla pressione del fronte di flusso della plastica. L'espulsore può essere posizionato all'interno della cavità nelle zone in cui si verificano fenomeni di intrappolamento aria o nel punto di ultimo riempimento. Il foro di evacuazione non è soggetto ad otturazione da parte dei depositi oleosi del materiale iniettato e, grazie all'ampia capacità di sfogo, la contropressione dell'aria viene drasticamente ridotta.

> vai alla sezione
Nuova valvola di sfogo gas dinamica
Nuova valvola di sfogo gas dinamica
La nuova valvola sfogo gas dinamica SGD è una soluzione innovativa in grado di aiutare nella risoluzione delle più comuni problematiche legate ad una cattiva evacuazione del gas. SGD si basa su un semplice sistema meccanico che consente al gas di fuoriuscire da un'apertura che si chiude automaticamente grazie alla pressione del fronte di flusso della plastica. SGD può essere posizionata all'interno della cavità nelle zone in cui si verificano fenomeni di intrappolamento aria. Il foro di evacuazione non è soggetto ad otturazione da parte dei depositi oleosi del materiale iniettato e, grazie all'ampia capacità di sfogo, la contropressione dell'aria viene drasticamente ridotta.

> vai alla sezione
Raffreddatori a lama per applicazione interna
Raffreddatori a lama per applicazione interna
Nella realizzazione di stampi di grandi dimensioni vengono spesso previsti pozzetti di raffreddamento molto profondi con conseguenti perdite di carico e dispersioni termiche nei circuiti di condizionamento. I nuovi raffreddatori a lama per applicazione interna sono stati sviluppati per permettere una progettazione dei circuiti più flessibile e ottimizzata. I raffreddatori RLI si basano sul consolidato sistema di applicazione dei tappi interni TRI.

> vai alla sezione
O-ring per alte temperature
O-ring per alte temperature
La temperatura massima di utilizzo di una o-riing varia in funzione della tipologia di fluido utilizzato.
Le o-ring standard montate su tutti i normalizzati per condizionamento sono in FKM e possono lavorare con acqua pressurizzata o olio fino alla temperatura massima di 150°C.

In caso di applicazioni gravose con vapore oppure con acqua o olio a temperature superiori è consigliato utilizzare o-ring con mescole in FKM opportunamente bilanciate per garantire maggiori prestazioni.
  • O-ring per vapore o acqua pressurizzata con temperatura massima di esercizio di 180 - 200°C con picchi a 220°C
  • O-ring per olio con temperatura massima di esercizio di 200 – 220°C con picchi di 250 - 270°C